Atto d'accusa contro ogni forma di ingiustizia - Giornale periodico on line a carattere politico e culturale
Enpam, casse previdenziali e circondario. Vi racconto cosa vedo ...

GU SOSPENSIONE NOTAIO ANDREA MOSCA
Caro Direttore,
devo sottoporLe le considerazioni che ho maturato in relazione ai fatti gravissimi in cui mi sono ritrovato direttamente protagonista, perché ritengo siano molto simili, anche troppo, a quanto si sta operando ai Suoi danni e ai danni del Suo giornale, e si è operato e si sta operando in maniera ancora più evidente e sconvolgente per l’immagine della Giustizia contro il dott. Michele Nardi e contro chiunque stia operando per la tutela dei Diritti garantiti da norme nazionali e internazionali.

Il tutto nel contesto di una vastissima associazione criminale con propaggini giudiziarie non più nascoste in Italia. Per tali ragioni le fornisco il riferimento ad uno dei miei post denuncia social (il cui testo copio-incollo qui di seguito) e le allego alcuni documenti che troverà di sicuro interesse:
 
Sono anni che denuncio il marciume che dilaga nelle casse previdenziali e l’inerzia dei vigilanti e controllori. E inizialmente in un costante ed assordante silenzio: parla tu scemo tanto chi ti ascolta?! Fino a quando, all’improvviso, divento io stesso bersaglio da parte di certuni "personaggi".
Perché questo accanimento nei miei confronti? Cattiverie che non riuscivo davvero a spiegari. In fin dei conti dicevo sempre le stesse cose. Al che ci penso e ci ripenso fino a quando comprendo che tutto era legato ad alcuni documenti che accompagnavano le mie stesse e più recenti denunce. Avevo tutto sotto il naso ma non vedevo. Loro invece si.
L'ho già raccontato diverse volte. Così mi si apre un mondo e inizio a raccontare con nomi e cognomi e documenti alla mano precisi tasselli con fatti ed intrecci. Faccio capire che oramai avevo capito. E la loro reazione non si fa certo attendere. E sempre con particolare cattiveria.
Ma il bello - chi non vive in prima persona le vicende difficilmente riesce a comprenderle - che tutto avviene con condotte "coordinate" anche fra soggetti che apparentemente, ma solo apparentemente, non c’entrano nulla.

A quel punto vedo. E di cose ne ho viste tante e ne vedo anche troppe (ma non le posso raccontare in un post scritto di getto e come al solito infarcito di orrori ortolanici che dove sono ve li tenete eh! )
...Ho visto condannare il Giudice Michele Nardi a 16 anni e 9 mesi da INNOCENTE e, visto che sono tutt'altro che pazzo, lo ripeto ad perpetuam rei memoriam, DA INNOCENTE!
E inizio a pensare che oltre al caso ENPAM il Dr. Nardi avesse qualche altro fascicolo scottante tra le mani. Senza rendersene conto, come io non mi rendevo conto di cosa maneggiavo..., e quindi senza che tutt’ora neppure il suo legale possa essersene reso conto.
In questi giorni, poi, ho appreso che PURE la dott.ssa Marando e’ sotto attacco giudiziario. 
https://www.jeaccuse.eu/index.php/antologia-delle-ingiustizie-mainmenu-33/affair-enpam/825-immobili-enpam-il-notaio-mosca-ricorre-contro-il-direttore-di-j-accuse-e-fu-era-e-fu-mattina Ma non sono meravigliato. Per niente. Dal mio punto di vista e’ il solito copione. Apparentemente si vuole tutelare l’onore e la reputazione. In realtà si tratta di vere e proprie condotte studiate a tavolino per screditare ed impaurire chi si è avvicinato troppo a certi affari e intrecci. Questa è l'idea che mi sono fatto osservando null'altro che dati e documenti di vario genere.
E sono sempre più convinto che questo stia parimenti accadendo in danno della dott.ssa Marando. Da dove parte questa mia convinzione? Da alcuni dati. Ve ne snocciolo qualcuno tra i tanti. A inizio anno, proprio in virtù delle mie ricerche sulle casse previdenziali, mi ero imbattuto in un post della Marando che mi aveva incuriosito. Ho iniziato a seguire... Inizio cosi' a rastrellare documentazione. Tutto combacia con altri miei tasselli. E in parte il materiale lo utilizzo per le mie nuove note denunce alla procura.

Andrea Mosca è stato, e a quanto pare lo è ancora, il notaio di fiducia dell’Enpam di Oliveti, e il suo nome è ben presente nella documentazione che avevo recuperato seguendo le vicende della Marando. A tal punto che la storia del c.d. "lavatoio" che come per magia sparisce da una 
proprietà e riappare in un'altra, la accenno anche nella mia nota del “
23 LUGLIO 2020 - LA RETE DI POTERE DI CASSA FORENSE ADEPP ENPAM E LORO PRESIDENTI..."
Anche perchè non mi dava certo l’impressione della semplice svista conoscendo altri accadimenti relativi proprio all'ENPAM.

C’e voluto comunque un attimo per risalire agli articoli di stampa che riguardavano le condotte del predetto notaio. Infatti in un articolo de Il Fatto Quotidiano del 3 novembre 2019, si legge: "(...) Il riferimento è al notaio Andrea Mosca, ex magistrato, sottoposto a procedimento disciplinare per “fatture non dettagliate” e “comportamenti frettolosi nella stipula degli atti”. La sospensione è stata confermata dalla Cassazione (...)".
Bastato mettere il virgolettato sui comportamenti frettolosi in Google che viene fuori UNA E SOLTANTO UNA sentenza: “CORTE DI CASSAZIONE – Sentenza 07 giugno 2018, n.14822” su certo notaio M.A. (Mosca Andrea? A mio giudizio si. Le date coincidono ed è l’unica sentenza di quel periodo con tali gravi infrazioni…).
Vi invito a leggerla con attenzione: https://www.studiocerbone.com/corte-di-cassazione.../
Sempre tramite google viene la sanzione con i riferimenti temporali https://www.gazzettaufficiale.it/eli/id/2018/07/17/TU18ADN7565/p2

Ora mi domando. Ma se volesse tutelare la reputazione, perche’ non rimuove dal suo profilo social la foto con Luca Palamara? 
E soprattutto perchè non tutela prima di tutto la reputazione della propria famiglia? Perché ho approfondito un pelino...
La compagna del notaio Mosca è certa Cristina Pigozzo di Movimento per la Giustizia. Si , c'e anche Palamara nell'Elenco. E anche il Baffa di Lecce, 
http://www.movimentoperlagiustizia.org/filedload/PRIMARIE/elencomagistrati.pdf
Il succitato magistrato di punto in bianco dal trattare la materia penale, e fare il sostituto procuratore su Latina, si butta a fare il Giudice Civile - ambito esecuzioni - a Roma.
Se si ama una certa materia almeno io che sono fatto male non comprendo come si possa passare di palo in frasca. Ma in rete risulta essere coinvolta in casi di mala giustizia. Ma il bello è che ci sono diversi avvocati che su Facebook e Twitter – basta inserire nome e cognome – nella nuova veste di Giudice Civile delle esecuzioni le danno della imbrogliona ACCUSANDOLA DI AGGIUSTARE CAUSE IN FAVORE DELLE BANCHE.
Al che la situazione si fa sempre più inquietante ed articolata ... Fossi al posto della dott.ssa Marando inizierei a preoccuparmi.
Secondo me la tutela dell'onore e la reputazione c'entrano poco. Anzi, si fortifica il mio pensiero sul perchè a Roma NON SI MUOVA MOSCA

Alla prossima puntata
Quanto alle mie ultime denunce alle competenti Procure della Repubblica,
che parimenti troverà tra gli allegati, le significo sin da ora che può
farne l'uso che ritiene senza alcuna limitazione.
Cordiali Saluti
Avv. Silvio Ulisse
iscritto all'Albo degli Avvocati di Pesaro al n. 900

POSCRITTO: dimenticavo. Qualora si dovesse chiedere chi sia Giorgio,
cerchi in rete Giorgio Santacroce ex primo presidente di Cassazione...

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

Commenti  

#1 Salvatore 2020-12-10 14:06
i notai non dovrebbero ruotare come tutti i liberi professionisti di cui le Casse si avvalgono? perchè alcuni risultano “fissi” e indispensabili? migliori degli altri o semplicemente addomesticati?
Commento
Giornale online iscritto il 2/05/2008 al n. 184/2008 del Registro di Stampa del Tribunale Civile di Roma.
Direttore Ernesta Adele Marando. Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.