Atto d'accusa contro ogni forma di ingiustizia - Giornale periodico on line a carattere politico e culturale

In Italia, a Montechiari, provincia di Brescia dove a "Green Hill - La Verde Collina" gli animali indifesi vengono torturati e barbaramente uccisi. Chiediamoci il perchè di tanto atroce accanimento e fermiamolo. Possiamo! Possiamo di no a Siderno il prossimo 3 marzo.

cagnolino-prigionierocane-feritoGreen Hill, uno tra i più grandi allevamenti di cani in Europa destinati ad essere uccisi barbaramente. Destinati alla vivisezione per sperimentazione. Ecco cos’è Green Hill. Sotto un nome così “ecologico” perché l’inglese “Green Hill” significa in italiano “Verde Collina”si nasconde un campo di sterminio. Bisogna chiuderlo. Il 3 marzo sabato prossimo tutti a Siderno per aderire alla manifestazione in favore della vita e non della morte. Continuate a leggere. Andate a "Leggi tutto"



"FERMIAMO L'ITALIA PER FERMARE GREENHILL" - CHIEDIAMO “TRASPARENZA” AL GOVERNO

Chiediamo la sospensione del processo di recepimento della Direttiva 2010/63/UE e l'immediata apertura di un ampio dibattito pubblico intorno ai principi etici e scientifici che devono ispirare una legge sulla ricerca medico-tossicologica degna del XXI secolo.

 

green-hillSabato 3 Marzo, anche Siderno scende in Piazza Portosalvo grazie all'Associazione O.L.A. Oltre l'arcobaleno onlus ed aderisce all'iniziativa "FERMIAMO L'ITALIA PER FERMARE GREENHILL", in collaborazione con Occupy Green Hill, comitato che da mesi ormai presidia “la fabbrica” di cani di razza Beagle.

Sono stati previsti una serie di presidi contemporanei in molte città italiane, per chiedere la chiusura di Green Hill, uno tra i più grandi allevamenti d’Europa di cani destinati alla cosiddetta ricerca scientifica e sperimentazione:la vivisezione. Green Hill , ricordiamo che è un’azienda situata a Montichiari (Brescia) . Da questo allevamento più di 250 cani ogni mese finiscono negli stabulari, tra le mani dei vivisettori e sui tavoli operatori. Cani nati per morire e condannati a soffrire inutilmente.

La manifestazione avrà carattere pacifico e civile e sarà finalizzata a sensibilizzare, con un banchetto informativo, l’opinione pubblica sul dramma di questi animali rinchiusi in vere e proprie prigioni, privati dei loro bisogni sociali ed affettivi, allevati allo scopo di essere venduti ai centri di ricerca scientifica nei quali trovano la morte dopo lunghe ed atroci agonie, causate dagli esperimenti cruenti ai quali vengono sottoposti.

Da tempo ormai la comunità scientifica si interroga sull’efficacia e la necessità di questo tipo di ricerca ed una nuova visione etica del mondo pretende soluzioni alternative a questi metodi crudeli e spesso risultati inutili, in molti casi dannosi, per l’essere umano. Esiste, di fatto, un tipo di ricerca alternativa ma logiche di mercato e visioni troppo tradizionaliste ne ostacolano lo sviluppo.

PARTECIPIAMO NUMEROSI SABATO 3 MARZO, A PARTIRE DALLE 15,00 E DICIAMO:

NO ALLA VIVISEZIONE!!

Qui trovate l'elenco delle città che hanno aderito

https://www.facebook.com/notes/occupy-greenhill/elenco-citta-confermate-per-il-3-marzo-aggiornamento-del-22-febbraio-2012/216342558463748

Qui invece trovate la mappa geografica con tutti i presidi, cliccando su ognuno avrete i dettagli, orario e luogo

http://www.occupygreenhill.it/2012/02/mappa-delle-citta-dove-si-svolgeranno-i.html

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Giornale online iscritto il 2/05/2008 al n. 184/2008 del Registro di Stampa del Tribunale Civile di Roma.
Direttore Ernesta Adele Marando. Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.