Atto d'accusa contro ogni forma di ingiustizia - Giornale periodico on line a carattere politico e culturale

bandiera-ita-governo-tecn-viaIl 2011 è stato oltremodo infausto per l'Italia, segnato da una manovra scellerata. Lo scenario politico e la sua rapida evoluzione, rendono ormai evidente la sostituzione della nostra sovranità nazionale con quella di un'Europa governata dai banchieri. Mentre lo spettro della fame e della miseria incombe già sulla Grecia, la BCE regala soldi (dei cittadini) alle banche, al tasso dell'1% e le stesse banche investono acquistando titoli di Stato che frutteranno il 6%, conseguendo cioè un arricchimento del 5% attraverso pura speculazione, senza aver mai prodotto ricchezza e lavoro.

Il debito pubblico degli Stati si è trasformato in un perverso e delinquenziale meccanismo di arricchimento illecito delle banche private, grazie al sostegno di una burocrazia europea servile e indifferente alla vita delle popolazioni. Nessuna manovra sarà sufficiente e la prossima, già annunciata, ci farà soccombere. Il Trattato MES (Meccanismo Europeo di Solidarietà), illegittimo strumento di sopraffazione della democrazia, viene sostenuto dal governo Monti nella piena disinformazione dell'opinione pubblica. Un governo non eletto dal popolo italiano ha fatto aderire in linea di principio l'Italia al nuovo regime fiscale unificato europeo, che passa di fatto nelle mani del sistema bancario privato. E' privata la BCE, sono private le banche centrali degli Stati membri, sono private le agenzie di rating). Un sistema-regime che punta ormai al controllo del danaro privato, dei risparmi e degli stessi conti correnti di ogni cittadino europeo, già attivo con la scellerata manovra di Monti.

I cittadini Europei con i loro voti non hanno conferito agli eurodeputati il mandato di cedere le sovranità degli stati europei ad una Unione ancora inesistente politicamente (solo monetaria), tanto meno di abolire la democrazia. La presunta virtuosità del Trattato MES è una farsa, perché in realtà si vogliono accumulare oltre 700 miliardi di euro in una cassa "comune" i cui responsabili non risponderanno di niente a nessuno, nemmeno agli Organi elettivi e alla magistratura, potendo intervenire d'autorità sui bilanci sovrani. Tutto ciò mentre salari e stipendi in Italia sono ai livelli di dieci anni fa e la pressione fiscale ha raggiunto livelli inaccettabili, fuori da ogni principio etico.

POLITICI DI DESTRA DI CENTRO E DI SINISTRA - Fermate questa Europa prossima alla dittatura. - Ogni Stato ritorni alla propria sovranità monetaria, con una Banca Centrale propria e non più privata; si formi una Commissione Parlamentare d'inchiesta sull'operato della Banca d'Italia a partire dalla sua privatizzazione;

si faccia immediata chiarezza sulla riserva aurea Italiana che appartiene agli Italiani.

- LA BCE venga sospesa, abilitata solo al consuntivo attuale.

- Vengano sospesi tutti i Trattati europei, privi di legittimazione popolare, in attesa di una vera Unione da cui sia originata la Federazione degli "Stati Uniti d'Europa", attraverso una Costituzione che sia votata dai cittadini dei popoli europei.

- I Capi di Stato e di Governo aprano un tavolo politico permanente, pongano sopra ogni cosa la qualità della vita della persona umana e il destino dei popoli, aboliscano la logica speculativa e la capacità di condizionamento dell'attuale sistema bancario privato; i debiti pubblici siano congelati e ricalcolati su basi politiche con i parametri fondamentali della produzione e del lavoro, della famiglia, del risparmio, oltre che del reale patrimonio fisico della nazione.

- Si pongano le basi teoriche e pratiche per l'adozione di una nuova forma di danaro, capace di esprimere in valore di scambio l'intrapresa, il merito, la capacità di produrre ricchezza e creare occupazione, premiando la qualità e alleviando il bisogno.

FERMATEVI TUTTI, FERMATE I NUOVI COLONIZZATORI DEI POPOLI. SE NON LO FARETE, I POPOLI INSORGERANNO E VI TRAVOLGERANNO, PERCHE' SONO I CITTADINI I VERI TITOLARI DELLA DEMOCRAZIA E DEL POTERE PUBBLICO.

FIRMATARI (in ordine di arrivo delle condivisioni)

"Le Vigne della Libertà" "L'Europa ai cittadini, non ai potentati finanziari"

"Popolo Giovani" "Mandiamo a casa i tecnocrati, chi ci governa lo decidiamo noi"

"Movimento per la Democrazia e la Libertà"

"J'Accuse...!" - Atto d'accusa contro ogni forma di ingiustizia, Giornale periodico on line a carattere politico e culturale

 "Compriamo solo prodotti italiani ! Autarchia! E viaggiamo in Italia!" "Uniti-si-vince" -------------------


Pubblicata su FB da L'EUROPA AI CITTADINI, NON AI POTENTATI FINANZIARI - Le Vigne della Libertà il giorno domenica 25 dicembre 2011 alle ore 23.39

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Giornale online iscritto il 2/05/2008 al n. 184/2008 del Registro di Stampa del Tribunale Civile di Roma.
Direttore Ernesta Adele Marando. Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.