Atto d'accusa contro ogni forma di ingiustizia - Giornale periodico on line a carattere politico e culturale

asini-2 copiaStrozzando i GRECI su ordine dell’usura internazionale  i governanti di FRANCIA  e GERMANIA si rivelano idioti somari prezzolati. Nel silenzio osceno dei governanti itagliani.

pericleNoi…siamo nel presente e saremo nel futuro ammirati… ”. Queste le parole di PERICLE riferite da TUCIDIDE.

Gli ignoranti che l’usura internazionale – ma solo fino alle prossime elezioni nei due paesi – ha portato a governare le plebi francesi e tedesche non conoscono né l’uno né l’altro. Non sanno neppure come mortificare il POPOLO GRECO significa mortificare la CIVILTA’, non solo la CIVILTA’ OCCIDENTALE e non solo l’EUROPA. Con questo rivelano una assoluta nullità umana, culturale, ideale, intellettiva.


Cui si accompagna l’idiota e attonito silenzio di coloro che l’usura internazionale ha messo a capo delle plebi italiche, esaltati dai PADRONI DEL MONDO come buffoni cui si attribuiscono meriti perché e purché continuino a strozzare i propri sudditi incapaci di reagire e a non prendere nessun’altra iniziativa se non quella tipica dei buffoni: Continuare a divertire i padroni che li inviano come messaggeri ai potentati aguzzini francesi e tedeschi e portatori di suppliche grufolate. Da parte di buffoni messi in ITAGLIA solo per servire e divertire i loro padroni compiendo il lavoro sporco di strozzare gli itagliani e per questo definiti come gli “uomini più autorevoli oggi in EUROPA”. Sottinteso: “…nel fare ridere i loro padroni.”. Mentre gli itagliani con l’elettroencefalogramma piatto continuano ad assistere a tutto ciò senza neppure abbozzare una reazione di dignità come dimostra ancora di saper fare il POPOLO GRECO.

Se non fossero stati degli ignoranti capaci di grufolare in vertici autoconvocati da talpe autentiche, privi di ideali e di idee, SARKOSY e MERKEL mai – neanche su ordine dei loro padroni – avrebbero dovuto consentire l’oltraggio, ai GRECI e alla CIVILTA’ prospettando il rifiuto di accordare un prestito miserabile in mancanza di ulteriori sacrifici a un POPOLO che ha visto ridurre ancora del venti per cento persino le retribuzioni minime di sopravvivenza. Avrebbero dovuto imporre agli organismi finanziari che da loro dipendono, richiedendo anche l’intervento di altri STATI – la RUSSIA, il BRASILE, il CANADA, il REGNO UNITO – in una conferenza cui parteciperebbero come eredi di CIVILTA’ AJUTENTICHE, di provvedere immediatamente a garantire il debito greco e stroncare così l’esecuzione della GRECIA ordinata dall’usura finanziaria.

monti-obama copiaSe non fossero stati dei buffoni dell’usura mondiale e avessero avuto il senso dell’ONORE e della DIGNITA’ qualcosa di simile avrebbero potuto prospettare coloro che strozzano gli itagliani. E sono pagati con la prospettazione di elogi per chi strozza i popoli e distrugge, per ignoranza e viltà, quel poco che s’era fatto per far sorgere un’EUROPA che oggi si suicida. L’intera frase pronunciata da PERICLE per commemorare gli alleati di ATENE morti per difendere chi aveva difeso la LIBERTA’ DELLA GRECIA e salvato lo SPIRITO DELLA CIVILTA’e della DEMOCRAZIA: “…Noi che vantiamo una potenza che ha elevato grandi monumenti ed è da tutti riconosciuta siamo nel presente e saremo nel futuro ammirati. E non avremo bisogno di un Omero che ci lodi né di chiunque altro che ci lusinghi per il momento con le parole mentre poi la realtà venga a smentire le fantasie. Abbiamo costretto ogni terra e ogni mare a essere accessibili al nostro ardire, elevando monumenti eterni delle sciagure nostre e delle glorie.”.

Il ricordo di ciò porta i GRECI di oggi a tentare di ribellarsi all’usura internazionale. Le plebi italiche continuano a farsi strozzare dai buffoni dell’usura internazionale presentati come gli uomini “…più autorevoli in EUROPA.”. Per far ridere, mentre l’EUROPA si suicida. Invece di consentire ai POPOLI EUROPEI di riprendere il cammino  per difendere la CIVILTA’ OCCIDENTALE assieme ai GRECI dei quali tutti siamo debitori.falcoverde

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Giornale online iscritto il 2/05/2008 al n. 184/2008 del Registro di Stampa del Tribunale Civile di Roma.
Direttore Ernesta Adele Marando. Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.