Atto d'accusa contro ogni forma di ingiustizia - Giornale periodico on line a carattere politico e culturale

Visita allo Zoo di Santa Cruz de la Sierra

image284 copiaMiei cari amici, qui sono ancora le 4 di pomeriggio di mercoledi 12 ottobre del 211. Sono rientrata da poco da un giro nei dintorni di Santa Cruz e poi nel famoso Zoo nel cuore della città. "Da non perdere" Dicono le guide. Ho una tristezza che mi confonde. La vista di animali fieri e indomiti rinchiusi nelle gabbie, soli, mi ha sconvolto più di quanto pensassi. Erano decenni che non andavo ad uno Zoo. Forse perchè avevo visto l'infamità che si perpetra su questi animali.

Mi hanno colpito gli occhi. Una malinconia da spezzarti il cuore. Accucciati in fondo ad una specie di tana isolati da alte reti metalliche. Perchè? Perchè sono pericolosi. Sono d'accordo. Un puma, un giaguaro non certo sono dei gattini. Ma perchè non fare delle grandi riserve e farli vivere li, insieme ad altri, in branco, Farli così accoppiare, procreare. Conservare la specie. Anzicchè rinchiuderli perché alcuni rappresentano una specie protetta in estinzione? Perché farli estinguere e assistervi trovando come soluzione recludendoli in gabbie? Siamo nati liberi. Il mondo è di tutti. Nessuno dovrebbe osare mai rinchiudere nessuno. Mai. Ci sono soluzioni civile e costruttive. Rinchiudere persone e animali rappresenta il massimo del fallimento della cosiddetta società civile. Abbiamo costruito satelliti per esplorare nuovi mondi e non sappiamo ancora governare questo piccolo offeso mondo che abitiamo!

image667 copiaCome al solito ho creato un video con le immagini che ho scattato. Credo che sia il metodo più veloce ed efficace per comunicare alcune sensazioni inspiegabili con le parole. Uccelli variopinti che dovevano amare il cielo. Leopardi, puma, lama. Animali imponenti rinchiusi a marcire sonnolenti in un angolo di terra. Per finire, un condor. Con le ali spiegate e lo sguardo lontano. Sa che oltre quella rete non potrà volare lontano come vorrebbe. In piena libertà. E dopo lunghi minuti con le ali pronte a spiccare il volo mestamente le ha richiuse e si è avvolto su se stesso.

Finchè ci saranno carceri per animali chiamati Zoo, in ogni paese del mondo, non potremo considerarci un popolo civile. Non importa quanto siano tenuti bene, e questo di Santa Cruz lo è, ma nessuno ha il diritto di privare della libertà chi non ha la forza e la parola per ribellarsi. Si incrementino le riserve protette. Questo è amare la vita e gli animali. Che non sono esseri da esposizione. Bisogna rispettare la loro dignità e il diritto alla libertà. ernesta



Per leggere le altre pagine di Diario di Ernesta Adele Marando dalla Bolivia pubblicate sul webmagazine www.radiocivetta.eu basta cliccare sui titoli che qui di seguito postiamo. La redazione


Diario dalla Bolivia. Primer dia. Centro vocational San Josè Barrio Las Pampitas Norte Santa Cruz de la Sierra

Diario dalla Bolivia. Comunidad San Josè del Barrio las Pampitas. Santa Cruz. Dove i giovani incontrano l’amore di Dio

Diario dalla Bolivia.Quattro di ottobre. La gioia di vivere comunque

Diario dalla Bolivia. Il tempo è fermo. Solo il vento fischia tra le foglie degli alberi

Diario dalla Bolivia. La Missione di San Josè nella Terra dei Guaranì

Diario dalla Bolivia.Una mattina di pioggia a Santa Cruz



Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Giornale online iscritto il 2/05/2008 al n. 184/2008 del Registro di Stampa del Tribunale Civile di Roma.
Direttore Ernesta Adele Marando. Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.