Atto d'accusa contro ogni forma di ingiustizia - Giornale periodico on line a carattere politico e culturale

180px-2june2006_388barbone-caniOggi due giugno 2011. Anniversario della nascita della repubblica italiana dopo il referendum del 2 e 3 giugno 1946. I governanti di ogni banda fanno festa grande e nascondono la sabbia sotto il tappeto. Domani è un altro giorno…
Sono passati 65 anni dalla nascita della Nazione e ci si dovrebbe adeguare ai tempi. Ma i capi, irrigiditi come mummie, continuano con la farsa di parate e pranzi di rappresentanza.


Si mettono il vestito buono, fanno promesse che escono da bocche spesso menzognere, usano uffici e auto di Stato con autisti in livrea, hanno stipendi da nababbi e pensioni di platino, dopo solo due anni di “governatorato” e oggi festeggiano con ospiti di riguardo.

300px-festa_della_republica_2005_con_frecce_tricoloriPresiedono parate che di questi tempi hanno il sapore della beffa e dell’offesa verso chi non arriva alla fine del mese. Ieri sera a Roma è morto a Trastevere un ragazzo di soli 24 anni. Randagio, barbone. Invece di rivolgere lo sguardo e le risorse verso i deboli si continua in questa bestiale parata di rappresentanza. Sta per giungere il grande caldo. Solo a Roma migliaia i soggetti a rischio di morte per surriscaldamento. Anziani e bambini. Non perché dimenticati in auto, ma perché vivono in ambienti malsani e senza sicurezza.

barbone-stradaFate un giro in certi “appartamentini” sotto i ponti del Laurentino 38. Un esempio tra tanti per citare qualcosa da verificare subito su quello che col nostro giornale denunciamo. Siamo in tempi di crisi che non sono nati in questi ultimi dieci o ventanni. Provengono da molto lontano. Per una costante malamministrazione. Perché gli uomini e le donne messi ai posti di comando di questo paese hanno pensato e pensano, molti tra loro, ai propri interessi.
Per dare un segno di vero cambiamento e non di chiacchiere e tagli alla Sanità con soppressioni di ospedali, basterebbe risparmiare su questi terrificanti inutili festeggiamenti. Passerella per i “nostri” narcisissimi politici e gregari. Di ogni schieramento.

caldoI quali anzicchè buttare i nostri soldi di contribuenti per i loro giochetti e benefit potrebbero fare allestire grandi ambienti pubblici con aria condizionata e confort dove coloro che rimangono nelle grandi città, come tanti anziani che con la pensione misera che si ritrovano non possono neanche comprasi da mangiare,  possano trovare un po di refrigerio e non morire. Per
esempio.

Roma 2 giugno 2011               Ernesta Adele Marando


 

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Giornale online iscritto il 2/05/2008 al n. 184/2008 del Registro di Stampa del Tribunale Civile di Roma.
Direttore Ernesta Adele Marando. Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.