Atto d'accusa contro ogni forma di ingiustizia - Giornale periodico on line a carattere politico e culturale
hamas-soldiers-insertisraeli-soldiers-insert-150Tutti contro Israele. Specie l’Italia che appena qualche giorno fa si spacciava per il migliore amico dello Stato Ebraico. E’ la conferma dell’idiozia e viltà insieme che connotano la politica dello Stato che non c’è. Dell’Europa incapace di superare anche solo le soglie della decenza nella creazione della bozza di una politica estera e di difesa, di giustizia e lavoro.

israeliani-soldati-bandiera-insertLa bozza di uno Stato federale e unitario che dia una speranza a oltre quattrocento milioni di Cittadini che vorrebbero essere europei e sono soffocati da una burocrazia europea e dal velleitarismo di politici nazionali incapaci e privi di qualsiasi ideale. Nonostante l’incapacità e/o la paura di percepirli solo gli insegnamenti del Cristianesimo e della Cultura Greca e Romana danno un minimo di orgoglio e di speranza. E consentono di verificare ancora una volta quanta idiozia e viltà connotano la “ferma condanna” di Israele per compiacere le organizzazioni terroristiche di musulmani degenerati dietro la foglia di fico di un pacifismo d’accatto a segno unico. Sempre e solo contro Israele. Il perché è evidente. Anche se idioti le “classi dirigenti” europee sanno che Israele di fronte alle loro ingiurie e prese di distanze improntate alla massima viltà risponde mettendole in evidenza sulla stampa e nei convegni internazionali. Sanno al contrario che i terroristi musulmani degenerati inviano i propri assassini a colpire. La scelta di campo è subito fatta. Dietro l’orgia del richiamo ai “principi generali”, al “rispetto per la vita”, che riguarda sempre e solo il sostegno a chi aggredisce Israele. E compie stragi quotidiane di inermi popolazioni arabe che vorrebbero vivere in pace e solo per questo vengono massacrate da terroristi musulmani degenerati. Ma fraternamente. Quindi senza suscitare reazioni. Riservate sempre e solo contro Israele e gli stessi Arabi che fuggono in Europa  sfuggire alla civiltà del terrorismo  dei loro paesi di origine. Ma creano problemi ai pacifisti europei. Capaci di mobilitarsi contro Israele e contro il Papa. E vigliacchi al punto di far finta di non vedere le stragi quotidiane perpetrate per mantenere soggiogati con  il terrore islamico degenerato, in Iran, in Siria, in Somalia, in Pakistan, in Sudan, a Gaza ecc. ecc., i Cittadini Arabi che aspirano davvero alla pace in un minimo di garantita libertà. Quella minima libertà che Israele ha garantito quando occupava “militarmente” GAZA. Libertà che Hamas ha soppresso creando, come altrove, una delle più feroci dittature eliminando fisicamente, ferocemente, ma fraternamente, ogni oppositore. Con il fraterno aiuto dei pacifisti occidentali ed europei come sempre schierati  contro Israele proprio perché difende la Libertà. Di cui i pacifisti non sanno che farsene e per questo operano per sottrarla  aggredendo Israele senza rischiare nulla. Nessuno Stato avrebbe accettato e tollerato di essere aggredito da una flottiglia di natanti sui quali potenzialmente possono essere imbarcati carichi di armi. Ma Israele avrebbe dovuto subire l’aggressione. Non lo ha fatto. Ha risposto all’aggressione tentando di evitare spargimenti di sangue. Che sono riconducibili al terrorismo dei musulmani degenerati e a chi, in occidente e in Europa, per idiozia e viltà oggettivamente l’appoggia con le pacifiche aggressioni riservate a Israele. E ai Cittadini arabi che aspirano a vivere in pace.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Giornale online iscritto il 2/05/2008 al n. 184/2008 del Registro di Stampa del Tribunale Civile di Roma.
Direttore Ernesta Adele Marando. Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.