Atto d'accusa contro ogni forma di ingiustizia - Giornale periodico on line a carattere politico e culturale

senso-della-giustiziaMa dov’è la Giustizia? Trovatemela e portatemela. Le faremo un trono d’alloro. Ma non la troverete facilmente…

Carissimi, ho fatto una buona dormita e stamattina sto a posto.  La situazione italiana è molto brutta. L'odio e l'invidia armano le mani di troppi. Purtroppo non ci possiamo fare niente se non stare attenti. Parlare poco e non cadere nelle provocazioni.  Fidarsi poco, anzi per niente, dei  vari “amici” che amici non sono, ma solo approfittatori che appena possono ti pugnalano alle spalle depredandoti. Non  si tratta di essere  paranoici.  Purtroppo c'è una lotta di classe che si è ancora più acuita.

Molti,  tanti i “progressisti” d'Italia,  che ci vogliono massacrare per prendere il nostro posto ( idealmente). Vorrebbero essere come noi e siccome non lo sono e non lo saranno mai, ci calunniano e  tentano di ammazzarci. Come hanno fatto con Berlusconi. E’ odiato lui e tutti quelli che lo hanno votato. Questo è stato dichiarato da molti e lo si vede tutti i giorni. Per strada, sui posti di lavoro, sui mezzi di trasporto. Una guerra civile. La caccia agli uomini definiti con disprezzo “Berluscones”. L’agguato a Berlusconi deve farci molto riflettere.

Ma non dobbiamo mollare. Essere solo più prudenti.  Agire con intelligenza. Farli uscire allo scoperto. Perché se pieghiamo la testa si accaniranno ancora di più. Ce la taglieranno subito. La storia ce lo insegna. Non aspettano altro.  I sinistri, le schegge impazzite raccattate perfino a destra, nei centri sociali e nei Tribunali”  sanno che non saremo mai dei loro. Come loro. Mai con loro E' un equilibrio difficile. Abbiamo a che fare con gente  meschina e potenzialmente omicida. Dobbiamo mantenere il nostro onore e la nostra dignità. Dare loro poca confidenza.  Non offendere mai.  Madifenderci sempre dai loro attacchi rapaci e bassi. Difenderci con estrema prudenza. Perchè sono besitie inferocite. Se molli sei finito. Ho sentito dire che bisogna tenere un "basso profilo" per passare inosservati. Tenere i toni bassi. Ma anche se diventi invisibile si trova sempre il modo  perfarti passare da  sobillatore.

tonino di pietrobindi-rosaLa pasionaria Rosy Bindi, che con il suo "cristianesimo" ha fatto la sua fortuna, e il fustigatore  ex-pm Tonino Di Pietro, hanno commentato a caldo, dopo l'agguato, che Berlusconi non facesse la vittima - lui che è stato vittima - e che se l'è cercata ( l'aggressione). Ci sono o ci fanno? Come si suol dire. In entrambi i casi la loro è una provocazione. Una lucida follia. Un delirio. Perchè è delirante affermare che la vittima fa la vittima e che si è cercata l'aggressione. Così allora dovremmo dire di tutti i morti ammazzati?  Come per esempio quel Giuliani rimasto ucciso nei tafferugli del G8 di Genova?

rocco-buttiglioneRocco Buttiglione, UDC,  credente  e praticante, ha commentato lunedi,  la mattina dopo l'aggressione, in una intervista alla Radio1, che "Berlusconi non è l'anticristo ma non è nemmeno figlio di Dio". Parole testuali. Per tutti gli appartenenti alla Chiesa Cristiana Cattolica Romana, tutti gli uomini sono figli di Dio. Anche Caino. Ma Berlusconi non è figlio di Dio...

Leggere, scrivere, lavorare. Viaggiare. Questo dobbiamo fare per vivere, forse, in pace. Ma  dai fastidio lo stesso. Perchè è la qualità della nostra presenza che da fastidio. E allora dobbiamo difenderci nei tribunali, se attaccati. Però con intelligenza e parlare sempre poco. Scrivere. Verbalizzare. Ai cancellieri porgersi con gentilezza ma nessuna confidenza. Perchè devono vivere e lavorare. E per lavorare sono costretti, alcuni e talvolta, a vendersi l'anima al diavolo. Cioè i loro superiori. E chi sono i superiori dei cancellieri? Spremetevi il cervello. Sono individui che se solo li nomini  per raccontare delle loro mascalzonate  con il  loro potere intimidatorio se possono ti fanno a pezzi. E  possono perché, alcuni di loro, appartengono a   consorterie potenti.  Allora non bisogna essere masochisti e porgere loro l'arma contro di te. Perchè questi individui già l'arma se la inventano, se non esiste.  Figuratevi se gli diamo la scusa. Basta così per stamattina. Buona giornata.

angelo-izzo-cadaveriPost scriptum: di ieri la notizia che il Tribunale Europeo di Strasburgo ha condannato la sentenza dei giudici del Tribunale di Palermo per avere dato, nel 2004, la semilibertà ad Angelo Izzo. Uno dei tre mostri assassini del Circeo. Cenni storici: Angelo Izzo con due suoi giovani amici della Roma bene, massacrarono per ucciderle, dopo averle violentate nella loro villa al Circeo, Rosaria Lopez e Donatella Colasanti. All’epoca due ragazze. La Lopez morì pressocchè subito. La Colasanti si finse morta. Furono abbandonate in un bagagliaio. I lamenti della Colasanti la fecero scoprire e soccorrere. Ma nel 2005 è morta di cancro. Fu dato l’ergastolo ad Izzo. Nel 2004 una sentenza dei giudici del Tribunale di Palermo stabili la semilibertà per il criminale. Che così ha di nuovo ucciso. Il 28 aprile 2008. Sempre la sua violenza omicida rivolta alle donne. Ha ucciso Maria Carmela Linciano di 49 anni e sua figlia Valentina Majorano di 14 anni. Violentata prima di ucciderla. Madre e figlia sono state legate e assassinate. Seppellite nel giardino di una villa.

La Corte Europea ha condannato lo Stato italiano a risarcire le famiglie delle vittime con quarantacinquemila euro. Motivo della condanna: Perché le Autorità italiane hanno violato il diritto alla vita di Maria Carmela Linciano e Valentina Majorano mentre Izzo godeva di questo beneficio. Leggasi: noi contribuenti italiani pagheremo l'ennesimo caso di sentenze risultate censurate dagli stessi Tribunali. Per quella che si chiama malagiustizia.

I giudici che hanno emesso questa sentenza, oggi sanzionata dalla Corte Europea, non cacceranno una lira. Come sempre. Vorrei sapere cosa fanno oggi quei magistrati e che carriera hanno fatto. E quanto guadagnano.  Così, tanto per chiarezza.

Ma dov’è la Giustizia? Trovatemela e portatemela. Le faremo un trono d’alloro. Ma non la troverete facilmente. Troverete spesso solo meschinità e cattiveria bruta. Ma noi abbiamo pazienza e fede. La Verità è forte e granitica come un diamante. La Verità ci renderà liberi diceva San Giuseppe Moscati il Medico di Napoli. Meno male comunque che una parte della Magistratura è imparziale, terza e serena. Bisogna solo attendere. E nel frattempo vivere serenamente e dormire tranquillamente. Giustizia prima o poi sarà fatta. L’intelligenza di Dio supera quella degli uomini. E illuminerà i Giudici Giusti. Perché ci sono.




Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Giornale online iscritto il 2/05/2008 al n. 184/2008 del Registro di Stampa del Tribunale Civile di Roma.
Direttore Ernesta Adele Marando. Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.