Atto d'accusa contro ogni forma di ingiustizia - Giornale periodico on line a carattere politico e culturale
controinterrogatorio2 Vostra Signoria Antonio Rizzuti  giudice, collega di Curcio, Valea  e Mollace ha presieduto un  ingiusto processo. Nell’udienza del 25 Febbraio, di cui riportiamo degli stralci, ha tolto la parola all’Avvocato Lupis. Contravvenendo alla Legge.  L’Avvocato Lupis, in quanto Cittadino, imputato e ancor più Avvocato  aveva e ha il diritto di controinterrogare i testi.  Testi dell’accusa. I suoi a difesa non sono stati ammessi.
Interrogatorio del pm fazioso e suggestivo. Il  Di Cello e la Vincenza  Matacera hanno reso testimonianza in contraddizione con quanto dichiarato i in altri interrogatori. In altre parole hanno reso falsa testimonianza. Nell’udienza del 25 Marzo 2010 a Catanzaro.

Ecco qualche stralcio dell’interrogatorio. Dove suggestivamente e dolosamente vengono messi a carico dell’Avvocato Lupis frasi mai scritte. Accuse mai mosse.
"R.G. 592/08 - 25/02/2010 c/LUPIS GIUSEPPE
15
Dif. di Parte Civile: … Continuo a insistere che qui c'è solo una
persona offesa, che è il dottore Mollace, nell'ambito di
un procedimento per calunnia per una serie di reati che
l'Avvocato Lupis nel corso di un procedimento altro a
seguito del suo arresto ha messo in evidenza in un
esposto in cui accusa il dottore Mollace non solo di
avere proditoriamente inserito questa arma, ma di una
serie di reati,
tra i quali rivelazione di segreti
d'ufficio, non tanto abuso, ma omissione di atti
d'ufficio, perché il dottore Mollace, da come si legge
nel capo d'imputazione, si sarebbe rifiutato di
sottoporre a interrogatorio l'Avvocato Lupis, la
questione dell'arma è una questione che è entrata
incidentalmente… “
……………………………………………………………………………………………….
Imputato: Io ho detto che l'Avvocato Mollace è privo di
capacità professionale e è un incompetente; punto e
basta.

Giudice: Chiedo scusa, questo è il merito del processo, quindi
per adesso... "
.....................................................................................................................

Ecco come sono stati cassati i testi in difesa dell’Avvocato Giuseppe Lupis:

“Dif.: Presidente, le posso chiedere se le risulta la presenza
di una lista testi?

Giudice: Allora, risulta, sì, diciamo di sì, è una richiesta
di prova testimoniale con relativa elencazione delle
persone da sentire, non so se l'Avvocato Tavano la vuole
anche esaminare che è stata depositata il 14 ottobre del
2008. Si vuole riportare a quella?
Dif.: Sì, anche in relazione alle circostanze, evidentemente.
Giudice: Si riporta alle richieste come da atto depositato il
14 ottobre 2008. Le Parti vogliono interloquire sulle
richieste reciproche?

R.G. 592/08 - 25/02/2010 c/LUPIS GIUSEPPE
22
P.M.: Presidente, brevemente, come potrà verificare la lista
testi dell'imputato è assolutamente corposa, però
ritengo che sia altrettanto assolutamente irrilevante,
come potrà verificare tutti i testi citati non potranno,
proprio perché nulla sanno, rispondere sulle circostanze
relative al processo che ci occupa, quindi ritengo che
le richieste istruttorie formulate dall'imputato e dalla
Difesa dell'imputato debbano essere rigettate.

Giudice: Il Difensore di Parte Civile vuole interloquire?
Dif. di Parte Civile: Sì, a questo proposito, Giudice, io mi
riporto integralmente, c'è una memoria in atti
depositata dall'Avvocato D'Ippolito proprio sulla
questione della lista testi prodotta, o meglio,
presentata dall'Avvocato Lupis e firmata tra l'altro
dall'Avvocato Lupis come Difensore di sé stesso,
ovviamente mettendo in evidenza che si tratta di un
corposissimo libello in cui si fa riferimento a persone
e fatti altri, perché si riferiscono sempre a tutta la
questione immobiliare, la procedura commerciale e
fallimentare riguardante l'immobile della signora
Lucifero, che quindi non ha nulla a che vedere con il
processo attuale e tra l'altro mettendo in evidenza come
nel corpo libello si inserisca, a questo punto
proditoriamente, come dice l'Avvocato Lupis in merito
alla pistola, si inseriscono sommarie informazioni,
conversazioni intercettate, c.n.r. e quanto altro che
assolutamente non possono trovare ingresso in questa
sede e sotto forma di lista testimoniale, per cui ne
chiedo ovviamente diciamo l'inammissibilità, cioè che
non si proceda assolutamente all'acquisizione di questa
prova.
Giudice: Va bene. Si riporta alla memoria già in atti e chiede
il rigetto delle istanze istruttorie della Difesa… “


**********************************************************************
Le frasi in neretto dell'interrogatorio sono a cura della redazione del giornale per meglio evidenziarle. Prossimamente altri stralci dell'interrogatorio con le perle nere delle dichiarazioni della principessa del foro di Catanzaro Vincenza Matacera e del maresciallo Giuseppe Di Cello di Soverato. Un poco alla volta. Per riguardo al nostro stomaco.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Giornale online iscritto il 2/05/2008 al n. 184/2008 del Registro di Stampa del Tribunale Civile di Roma.
Direttore Ernesta Adele Marando. Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.