Atto d'accusa contro ogni forma di ingiustizia - Giornale periodico on line a carattere politico e culturale
Liberta per Michele Nardi 6483441 4Se amate la Democrazia, se onorate il Diritto e la Costituzione Italiana condividete questo messaggio, lasciate in fondo i vostri commenti, battetevi perché non continui lo scempio della Giustizia con i processi truccati.
Il caso Palamara ci ha rivelato un mondo che intuivamo già da tempo. Troppe ingiustizie. Troppo potere. Il bello e il cattivo tempo a seconda se si era, e se si è, nella corrente giusta. Ovviamente per denunciare questo terribile stato di cose bisogna essere coraggiosi.
  


video intervistadrmnardiimage 6483441 3I magistrati scomodi si eliminano in più modi. Assassinandoli. E diventano martiri. O calunniandoli, e diventano rifiuti della società. Se ne distrugge l’onore e la stessa vita in vita. Questa è la forma peggiore di un omicidio. Perché di omicidio si tratta. E si uccide insieme anche l’intera sua famiglia che le amare conseguenze deve subire e sopportare. Questo è accaduto e sta accadendo al Giudice Michele Nardi. Assassinato in vita con un ingiusto processo. Portato ammanettato in carcere perché scomodo a un certo sistema. Ancora la sua libertà viene negata! Per quanto ancora? A fronte di un castello di carta di calunnie  costruito nella nebbia... Questo Paese sta scivolando sempre più verso un regime totalitario. 
Videointervista esclusiva al giudice Michele Nardi a due anni dal momento in cui è stato privato della libertà. Servizio esclusivo per J'Aaccuse... ! giornale online. Parla il giudice Michele Nardi arrestato il 13 gennaio 2019 e detenuto in carcere fino al giugno 2020 e fino ad oggi ancora privo della sua libertà. Vi invito ad ascoltare attentamente quanto ha detto durante la mia intervista di ieri a casa di sua Madre a Trani dove ANCORA è agli arresti domiciliari da giugno scorso dopo avere scontato 18 mesi nelle galere italiane tra i sacchi di spazzatura. Non è una metafora ma la dura e semplice realtà.
La piemme Roberta Licci scambia lucciole per lanterne. Michele Nardi avrebbe una doppia personalità perché avrebbe ammirato foto hard dal suo computer! Nella sua requisitoria fiume durata due giorni ne chiede la condanna, quasi vent'anni di carcere e tre milioni di euro di risarcimento!

illupoelagnelloSecondo il teorema della pm Licci il Dr. Michele Nardi ha una duplice personalità perché è credente e vicino alla Chiesa ma ha delle foto hard sul pc. Quindi per questo sarebbe colpevole e andrebbe condannato? Ma, domanda, il Dr. Michele Nardi è stato arrestato perché avrebbe guardato delle foto che non sono state gradite alla piemme o invece per contestati presunti reati associativi e corruzione in atti giudiziari? Accuse quelle tutte smontate pezzo per pezzo con prove provate.
Vorremmo dire alla signora Licci che il Dr. Nardi è credente ma non risulta abbia mai fatto voto di castità. Vorremmo chiedere alla signora pm Licci quale nesso ci sia tra le foto hard che si asserisce trovate nel computer del Dr. Nardi e le accuse di presunta associazione a delinquere e capacità corruttiva per cui da quasi due anni il Dr. Nardi è agli arresti cautelari di cui diciassette mesi passati in carceri lager patriottici e da giugno è ai domiciliari con braccialetto elettronico.
gazzetta17sept2019nardi F0D9CC72 360F 40BC 839E 504B33C238A4Lecce: Il “Sistema Trani” al processo si è rivelato montatura di Savasta e D’Introno. Risalta l’innocenza di Michele Nardi

C’è la stampa collusa con chi a Lecce vuole la condanna del Dr. Nardi sapendolo innocente e avendo le prove di un’associazione tra SAVASTA e D’INTRONO operante almeno dal 2007. Quando il Dr. Nardi da un anno era andato via da Trani. La prova è data dalla comparazione tra quanto pubblicava la Gazzetta del Mezzogiorno il 17 Settembre 2019 e la pubblicità che oggi, più di un anno dopo, viene data alla richiesta di condanna formulata dall’accusa contro il Dr. Nardi a diciannove anni e dieci mesi nei termini che la Gazzetta aveva anticipato. E senza avere mai messo in comparazione la demolizione dell’accuse contro il Dr. Nardi e delle collusioni, nel formularla, di SAVASTA e D’INTRONO. Per ottenere i benefici, specie D’INTRONO, con lo stralcio della sua posizione nonostante le prove di ricatti ed estorsioni persino ai danni dei familiari: Padre, fratello, sorella. E di una ricchezza spropositata in case, terreni, immobili di SAVASTA e familiari di costui. Protetto fino all’arresto con collusioni fino alla presidenza del Consiglio dei ministri.
Giornale online iscritto il 2/05/2008 al n. 184/2008 del Registro di Stampa del Tribunale Civile di Roma.
Direttore Ernesta Adele Marando. Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.