Atto d'accusa contro ogni forma di ingiustizia - Giornale periodico on line a carattere politico e culturale
Rosa Grande in aula punta il dito contro il grande accusatore del Dr. Michele Nardi. Contro Flavio D'Introno suo ex compagno in una lunga relazione clandestina e presenta un Rolex da 30.000 euro che doveva essere fatto passare per dono al Dr. Nardi. In realtà riferisce che il prezioso Rolex Daytona in oro rosa era per lei costretta dal D'Introno a falsificare la verità contro il Dr. Nardi in sue precedenti deposizioni.
 
nardidintronorolexNell’ambito dell’inchiesta della Procura di Lecce sulla Giustizia truccata al Tribunale di Trani, Rosa Grande, la donna con la quale l’imprenditore di Corato Flavio D’Introno avrebbe avuto una lunga storia d'amore, ha ammesso durante l’interrogatorio nell’udienza del 15 Giugno scorso di aver reso dichiarazioni false contro il Giudice Michele Nardi su costrizione di Flavio D'introno stesso. La Grande ha smontato tutto l'impianto accusatorio e ha portato i famosi Rolex in aula. Rolex che secondo l'accusa sarebbero stati per il Giudice Michele Nardi. Davanti a questa testimonianza sarebbe stato più che legittimo aspettarsi l’immediata scarcerazione del Dr. Nardi che da quasi un anno e mezzo è in custodia cautelare in carcere. Innocente fino a prova contraria. Il suo accusatore maximo é Flavio D’Introno detenuto in carcere dopo condanna definitiva per gravi reati. Non proprio un giglio di campo. E la signora Rosa Grande ha presentato prove e sciorinato fatti. Ha esibito davanti ai giudici il Rolex in oro rosa Daytona che l'imprenditore Flavio D'Introno asserisce di aver usato per corrompere l'ex pm di Trani Michele Nardi. La Grande ha detto: “D’Introno mi disse, se vai dai carabinieri e ti chiedono del Rolex d'oro non dire che te l'ho regalato io, ma che l'avevo comprato per regalarlo a Nardi».

PERCHÉ IL GIUDICE MICHELE NARDI È ANCORA IN CARCERE IN ATTESA DI PROCESSO DA QUASI UN ANNO E MEZZO E SOLO PER LE FALSE DICHIARAZIONI DI “PENTITI” SPROVVISTE DI RISCONTRI SOGGETTIVI E OGGETTIVI?

"Processo a carico di Nardi più altri". Udienza del 3 Giungo 2020. Un processo sempre meno credibile! Comportamenti ostruzionistici contro la ricerca della Verità. Documenti opportunamente occultati, a detta del Dr. Nardi Il Dr. Michele Nardi nelle dichiarazioni spontanee. Il Dr. Nardi detenuto con collegamento in videoconferenza è presente  ascolta dalla postazione esterna. A chi giova la continuata detenzione del Magistrato Dr. Michele Nardi? Da un anno e mezzo in custodia cautelare in carcere.  Si aspetta forse che in preda a depressione si suicidi e così il caso si chiude?

 PROSSMA UDIENZA IL 15 GIUGNO 2020. CHE FARA'LA STAMPA "LIBERA"?

nardi palamaraPrima che diventi un caso Tortora e poi ci si stracci le vesti che si aprano inchieste su questo scempio che dura da troppo tempo.
Non si è mai visto nella storia giudiziaria di un giudice in carcere in via cautelare per tanto tempo. Perché si ha paura di rilasciarlo? Chi si sente in pericolo? Perché la "grande stampa" non si occupa di questa amara vicenda? Stiamo attraversando un tempo amaro con la gestione affaristica della giustizia. Da come è emerso dalle intercettazioni del Trojan su alto magistrato che tirava le fila sui processi. Chi mandare in galera e chi salvare. Basta spettacoli da grande fratello. Che le emittenti televisive di tutto il mondo puntino i riflettori su questo caso emblematico che vede varie consorterie in associazione e a confronto mentre su riscontri inesistenti il Cittadino Nardi viene lasciato in carcere. Non si può più sopportare questo disinteresse per storie che interessano il bene e il male di tutti. E' il caso di dire quando il silenzio diventa complicità.

udienza18maggio2020Udienza del 18 Maggio 2020 nel procedimento a carico di Michele Nardi ed altri. Presenti in udienza avvocati testi e imputati ad esclusione del Dr. Michele Nardi e del Sig. Vincenzo Di Chiaro gli unici due ad essere in carcere per misura cautelare preventiva. Esclusi dal diritto di essere in aula con la motivazione del “Diritto alla Salute Pubblica” penalizzando il “ Diritto alla Difesa”. Diritto costituzionale. Gli unici due ad essere considerati evidentemente infetti e infettanti tanto da essere tenuti a distanza e ad essere ascoltati da "remoto". Modalità fortemente penalizzante e discriminatoria per la Difesa dei due imputati gli unici ad essere stati arrestati in via cautelare e ancora in carcere da un anno e mezzo!

In base a quale assunto il Dr. Michele Nardi e il Sig. Vincenzo Di Chiaro sono stati esclusi dall’essere presenti in aula accanto ai loro difensori con la motivazione per “ Il Diritto alla Salute Pubblica”? In base a quale assunto sono stati ammessi in aula testimoni, difensori, imputati, componenti della Corte?

nardi dintronoSU CHE COSA E SU CHI STAVA INDAGANDO IL P.M. MICHELE NARDI ALLA PROCURA DI ROMA POI FERMATO CON L'ARRESTO E L'INCREDIBILE PROLUNGATA CARCERAZIONE PREVENTIVA? A CHI PUO' AVERE DATO FASTIDIO?

Il Giudice Michele Nardi in carcere in via cautelare da 17 mesi senza prove di colpevolezza accusato da pentito la cui attività principale era quella di usuraio. Questo è uno stato di Diritto? Dove individui senza scrupoli e senza alcuna credibilità le cui deposizioni si sono rivelate inattendibili hanno portato in carcere preventivo una persona innocente fino a prova contraria 

Da Radio Radicale la registrazione integrale della deposizione per videoconferenza dal giudice Michele Nardi nell’udienza del 25 Maggio 2020 al Tribunale di Lecce per il procedimento “Nardi ed altri”. Il Giudice Miche Nardi della Procura di Roma ingiustamente detenuto in via cautelare dal 14 Gennaio 2019 dopo le deposizioni di alcuni “pentiti”. Registrazione audio della deposizione Dr. Michele Nardi da remoto dal carcere di Matera dell'udienza di "Processo a carico di Michele Nardi ed altri per la vicenda "Sistema Trani" " che si è tenuta a Lecce lunedì 25 maggio 2020.

Michele Nardioliveti empamlettera olivetiIl medico Alberto Oliveti forte dei suoi buoni uffici chiama a raccolta con una lettera i presidenti di tutti gli Ordini dei Medici d'Italia e i sindacati e attacca con false accuse il Medico Ernesta Adele Marando che non aveva gradito la truffa ai propri danni. L'Oliveti infanga la Collega Marando, il suo avvocato Dr. Giuseppe Lupis del Foro di Locri e il pm Dr. Michele Nardi della Procura della Repubblica di Roma, ancora in carcere preventivo dal 13 Gennaio 2019, per tentare di delegittimarli.

Amici carissimi , ecco fresca fresca di timbri la mia denuncia querela presentata a piazzale Clodio stamattina al nostro campione. Grazie alla sua preziosissima collaborazione. Così non potrá dire che non lo attenziono e non lo ringrazio.

Giornale online iscritto il 2/05/2008 al n. 184/2008 del Registro di Stampa del Tribunale Civile di Roma.
Direttore Ernesta Adele Marando. Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.