logo nuovo

Atto d'accusa contro ogni forma di ingiustizia - Giornale periodico on line a carattere politico e culturale

Per salvare Salvini e la democrazia in Italia c’è un progetto di riforma della giustizia pronto dal 2006

AddThis Social Bookmark Button
riforma giustizia italiana600px

Salvini costituisca un comitato per gli ulteriori necessari aggiornamenti e ne chieda l’immediata approvazione
Salvini deve approvare il progetto di riforma della giustizia che fu predisposto su incarico dell’allora Ministro della Giustizia Castelli, della Lega Nord, dal dottor Carlo Nordio Procuratore della Repubblica presso il tribunale di Venezia. Già nel 2006. Rimasto nel cassetto...
Il progetto rimase tale per l’incapacità di approvarlo immediatamente anche con d.l. sia in quella legislatura sia in quella immediatamente successiva alle elezioni anticipate del 2008 quando Forza Italia, Lega e Alleanza Nazionale, sconfitte le sinistre guidate da Prodi dopo appena due anni, si ritrovarono ad avere una maggioranza con oltre cento deputati in più di quella necessaria.
Occasione perduta con tutte le conseguenze successive e il trionfo, anche per via giudiziaria, delle sinistre con, sembra un gioco di parole, le sinistre conseguenze per gli elettori italiani i quali hanno tentato di porvi rimedio alle ultime elezioni. E per questo che oggi viene aggredito Salvini il quale tenta di fare rispettare il voto degli italiani che hanno conferito al suo partito fiducia considerandolo capace di fare rispettare il programma di governo nel rispetto della Costituzione e della democrazia
Per salvare Salivi e la democrazia in Italia c’è un progetto di riforma della giustizia pronto dal 2006

Salvini costituisca un comitato per gli ulteriori necessari aggiornamenti e ne chieda l’immediata approvazione

Login