logo nuovo

Atto d'accusa contro ogni forma di ingiustizia - Giornale periodico on line a carattere politico e culturale

Caterina Furfaro Sindaco di Agnana Calabra oggi in missione a San Luca per sentire il Ministro Salvini Non aveva il passi… niet non si entra!

AddThis Social Bookmark Button
Una inviata davvero speciale! 
Da Agnana Calabra:
commento 1 500 px


Finalmente un sindaco “con le palle”! Caterina Furfaro Non sappiamo chi abbia selezionato, o se siano stati selezionati, e se siano stati ammessi, al momento, altri Sindaci al cospetto dell’ultimo “ conquistatore del Sud fornitoci dagli epigoni dei mafiosavoiardi. 
Quello che è certo è che al Sindaco del Comune di Agnana, è discendente, nella carica, da chi nel 1853 ricevette la visita del Re Ferdinando II di Borbone il quale, sbarcato a Siderno per visitare le miniere esistenti ad Agnana per incrementarne la produzione e assicurare lavoro a quei Cittadini, si trovò a percorrere a dorso di mulo l’ultimo tratto di strada per raggiungere da Siderno Agnana senza particolari apparati di sicurezza che impedissero i contatti tra quei Cittadini ( oggi sudditi coloniali come la vicenda odierna ancora dimostra ) e il Re.
Al proprietario del mulo il Re Ferdinando chiese perché avesse la faccia triste; gli rispose: ” Maestà ho perduto la possibilità di lavorare continuando a trasportare merci e ortaggi con il mio mulo perché dopo che è stato cavalcato da Vostra Maestà, e per Vostro rispetto,  non posso più sottoporlo a umili lavori e non so come lavorare”.
Re Ferdinando si mise a ridere e dispose perché immediatamente fosse versata al padrone del mulo la somma corrispondente al valore di due muli.
Era il rapporto esistente tra il capo di uno Stato libero e i sudditi protetti nella Libertà e nel Lavoro. 
Ci piace pensare che non sia un caso quanto ha dignitosamente affrontato oggi il Sindaco di Agnana che, raggiunta San Luca  con la propria autovettura, non è stata ammessa alla “ corte” dei nuovi padroni dopo il 1860. Forse perchè sarebbe stata tra i pochi che potessero dire qualcosa in difesa della Calabria e del Sud. Non sappiamo al momento se qualche altro, ammesso alla "corte" omaggiante Salvini, sia stato capace e abbia saputo farlo. 
Auguriamo al Sindaco Caterina Furfaro di proseguire in una carriera politica che ci porti, quando avremo acquistato coscienza della Dignità e Libertà perdute, a riconquistarle.


agnana comune 400 px

Ernesta Adele Marando

Login