logo nuovo

Atto d'accusa contro ogni forma di ingiustizia - Giornale periodico on line a carattere politico e culturale

Chiara Arcadi muore a 24 anni sull'Autostrada A3 Salerno-Reggio Calabria. La strada della morte

AddThis Social Bookmark Button
Il pianto dellAngelo
  Il pianto dell'Angelo
                                            
Solo il grande amore per la Tua terra per i Tuoi cari ti fa affrontare un'Autostrada  che è un percorso di morte ad ogni curva, ad ogni chilometro. E ieri sera, sabato 2 Agosto Chiara tornava nella sua terra, da Roma dove viveva per motivi di studio. Con il fidanzato, gli amici. Queste le notizie raccolte in internet sull'evento tragico. Chiara aveva davanti a sè una vita ancora da vivere. E nella sua terra, tra gli svincoli di Sibari e Altomemte,  trova la morte. Il suo Angelo Custode piange e l'accompagnerà per mano nel suo viaggio tra le Stelle.
 
Maledetta Autostrada A3 Sa/RC. Strada della morte. Penso a Chiara Arcadi, che non conoscevo, una ragazza di 24 anni che tornava a casa dai genitori e a casa non arriverà mai. Penso ai suoi genitori, spezzati dal dolore. Le mie più sentite condoglianze alla famiglia di Chiara.
Non si può morire così. All'Alba della Vita. Per incuria altrui. Lo gridiamo da decenni. Ma quest'Autostrada peggiora sempre più. Sempre più degradata. Pericolosa. Micidiale. Un'autostrada che è un percorso ad ostacoli verso la morte. Lo sappiamo tutti quelli che la attraversiamo per andare e tornare in Calabria. Al Sud, dove abbiamo lasciato i nostri cari per andare a studiare e vivere in terre dove vivere è meno difficile che al Sud. Terra alla deriva. Terra abbandonata.
Pregherò per Te, Chiara, che non sei più su questa terra ma sicuramente sei già nella Luce di Dio. Pregherò per Tua madre e Tuo padre. Che trovino la forza per continuare a vivere.

candele luce

Chiara Arcadi-A3
 

Login